In pensione? Su una nave da crociera!

In pensione su una nave da crociera e perché no? Se c’è una cosa che tanti noi fanatici di crociere desideriamo ardentemente è stare a bordo di una nave da crociera quasi ogni giorno dell’anno! Quello che spesso non ci immaginiamo, o pensiamo sia solo una favoletta raccontata per passare il tempo, è che c’è un numero considerevole di persone in età da pensione per le quali la nave da crociera è diventata la propria dimora. Della serie, pure fosse l’ultima ma che sia allegra, colorata, sbrilluccicosa, piena di vita e di cose da fare, da sogno e come dico io, non un freddo, smorto, lugubre ospizio di periferia!

Senior Couple On Shore in Front of Cruise Ship While on Vacation.

Quando si va in pensione il tempo non manca e cosa c’è di meglio che riempirlo viaggiando intorno al mondo? Ora, non mettiamo subito le mani avanti e non facciamone un affare di stato: per tanti rimarrà solo un sogno, mentre per tanti altri invece, è la prospettiva più piacevole di passare la propria seconda vita, una sorta di rinascita, un godersi piacevolmente i soldi sudati un’intera vita!

Vi do solo un dato: sono milioni i passeggeri over 60 che quest’anno viaggeranno in crociera, dunque un mercato non proprio piccolo e di nicchia, ma un numero molto importante. Non si parla di aria fritta ma di potenziale reale, disposto a spendere a bordo, e in giro per il mondo, tutti i risparmi di una vita.

in pensione e in crociera

E le Compagnie non si fanno cogliere impreparate: se volete un esempio tra i tanti, anche se tra i più costosi, Crystal Cruises nelle sue nuove navi, troverà lo spazio per un’area residenziale, chiamata appunto Residences at Sea, che sarà riservata solamente a chi ha acquistato un appartamento a bordo. Certamente è una scelta molto costosa, ma 48 appartamenti per nave, tra parentesi personalizzabili, non è un numero a caso, le prospettive indicano che saranno tutti venduti o affittati per lunghi periodi dai proprietari. Visto con gli occhi di una persona che fatica a tirare avanti ogni giorno, può apparire come un gran bello spreco, o al limite rimanere solo un sogno. Ma per chi decidesse di investire i propri risparmi sarebbe un bell’investimento, considerando che, se per caso si scende a terra per determinati periodi, si può affittare per quel tempo la Suite e pagarci, con il ricavato, le spese annuali.

Certamente questo è un esempio limite: la maggior parte di coloro che scelgono di vivere in nave la propria pensione, sceglie Compagnie e soluzioni meno costose. Perché per realizzare questo sogno possono bastare anche ‘solo’ intorno ai 43.000 euro all’anno, molto dipende dalla Compagnia alla quale ci si rivolge e alla cabina scelta! Ma è già cifra già più abbordabile, che si traduce più o meno in 120 euro al giorno su base doppia, che comprendono alloggio, pulizie, pasti completi, bevande, ma che potrebbero in qualche modo essere anche negoziati al ribasso con la Compagnia.

lady-retirement-cruise

Ma ci sono comunque tanti modi di contenere i costi: innanzitutto, se vi fate aiutare da un ottimo agente di viaggi, potreste fare una cernita ben precisa delle Compagnie ma soprattutto delle navi più adatte al vostro stile di vita, che non vi faccia mai rimpiangere la scelta! Perché scegliere una nave giusta per voi non è così semplice: in genere la maggior parte opta per una nave di medie dimensioni, dove è più facile memorizzare gli ambienti, fare amicizia, sentirsi a casa, senza dover sforzarsi in chilometri e chilometri percorsi a bordo ogni giorno, solo per raggiungere il ristorante per la cena (ad esempio).

Spesso inoltre, si tende a scegliere la nave che cambia itinerario più spesso, che non sia basata solo su una determinata area, il che darebbe la possibilità di visitare realmente il mondo!

man-woman-seniors-cuddle-on-cruise-ship

In ultimo non bisogna dimenticare anche la possibilità di usufruire di scontistiche dedicate, per esempio per prenotazioni lunghe, o per età, o per appartenenza al Club, o ancora tariffe per frequent cruiser, che influiscono nel prezzo finale, ribassandolo!

Ovviamente sono negoziazioni che richiedono del tempo, e dunque l’agente di viaggio deve sempre avere un periodo necessario per inoltrare le giuste richieste cucite addosso alle vostre esigenze: ma alla fine ciò che potrete ottenere è forse la più bella scommessa vinta della vostra vita.

Alcuni pensionati ormai sono veri e propri personaggi VIP, che tutti conoscono, come ad esempio Super Mario di cui avevamo già parlato in passato: scendono e salgono da una nave all’altra, inseguendo la promo più bassa e l’itinerario più consono, oltre ad offerte stagionali; altri invece, scelgono una nave e una cabina e non l’abbandonano più (come il caso di Mama Lee), arrivando a spendere cifre ben più consistenti all’anno. Certo è che in ogni caso, si tratta di persone che hanno trovato a bordo una loro intima dimensione: d’altronde come si fa a dar torto al fatto che ‘non si pagano più bollette, non ci si deve più preoccupare di fare la spesa, di cucinare, di sparecchiare, di fare amicizie, di stare soli, di non avere assistenza medica‘ etc etc. . Dopo una vita di lavoro sei servito e riverito, non hai più preoccupazioni, ti godi paesaggi e incontri visi nuovi ogni settimana, vai a teatro, fai una vita sociale che difficilmente nella vita reale in città puoi fare.

self-invested-pension

Certo esistono anche i contro di uno stile simile di vita: si incontrano gli affetti solo quando si ‘tocca’ un porto di casa (ma in tanti casi, si tratta di persone che non hanno una famiglia tradizionale dietro le spalle, come spesso siamo abituati a viverla noi) e la tua famiglia diventa il crew di bordo, che ti coccola e ti rispetta; gli amici te li fai a bordo anche tra i passeggeri (spesso repeaters); se vuoi mantenere i contatti con la terraferma impari ad utilizzare skype e utilizzi i pc nella sala internet; la cabina, se è interna, ti costringe a sacrifici, nel senso che più di tanto non puoi avere in armadio e i ricordi di viaggi devono per forza di cose essere piccoli (quanti di voi riuscirebbero a resistere a tale supplizio?); devi avere un’assicurazione medica di prim’ordine perché in caso di problemi gravi che costringono un trasbordo in ospedale, i costi sarebbero esorbitanti.

senior-cruise-

I  PRO

  • servizio in camera 24/24
  • cabinista che rassetta la stanza ogni giorno
  • nessun bucato da fare
  • nessuna spesa
  • sempre in vacanza
  • soddisfazione personale
  • nessuna bolletta da pagare
  • amicizie
  • non si è mai soli
  • si viaggia per il mondo

I CONTRO

  • mancanza degli affetti più cari
  • assicurazione adeguata o si rischia grosso
  • cabina che ti deve per forza di cose ‘bastare’
  • non poter portare a bordo più di tanto, dato il poco spazio
  • costi in generale comunque affrontabili solo da chi ha una pensione non certo minima ma di un certo spessore (ma se ci sono milioni di clienti nel mondo in tendenziale aumento, la clientela non manca) o che perlomeno, ha accumulato nel tempo un piccolo gruzzolo (liquidazione, risparmi, senza fare i conti in tasca a nessuno e senza contare che in tanti si vendono anche la casa pur di realizzare un sogno).

pensionati in crociera

Insomma, analizzando i pro e i contro, costi compresi, credo che chi abbia in mente di godersi la pensione in questo modo, faccia una scelta in un certo senso quasi egoistica, nel senso degli affetti che si lascino a terra, ma estremamente appagante: e, soprattutto se si è dedicata l’intera vita agli altri, credo sia una scelta più che legittima! Voi che ne pensate?

Vedi anche: Vivere su una nave da crociera?

Hai trovato interessante questo articolo? Lascia il tuo mi piace o un tuo commento o una tua condivisione per aiutarmi a crescere: a te non costa nulla, a me aiuta tantissimo 🙂

08/11/2016 ore 14.00 – “Post protetto da Licenza Creative Commons International CC BY-ND 4.0″

Daniela Pisano
Daniela Pisano

Blogger e cruise addict, viaggiare è sempre stato il mio chiodo fisso, insieme alla passione innata per l’archeologia e l’Egitto, per il mare e per i paesi orientali. Amo fotografare i particolari più strani, le cosiddette prospettive insolite

More Posts - Website - Twitter - Facebook - LinkedIn - Pinterest - Google Plus

Pubblicità

Pubblicità

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.