Fincantieri approva bilancio, utile di 37,5 mln

L’assemblea degli azionisti di Fincantieri si è riunita ieri per approvare il bilancio di esercizio al 31 dicembre 2014, bilancio approvato poi all’unanimità: a fare il punto della situazione sulla società che per il 72,5% è di proprietà di Fintecna (controllata dalla Cassa Depositi e Prestiti), e quindi dello Stato, è stato Giuseppe Bono, suo AD, definendo l’anno appena trascorso  “un punto di svolta” per nuove sfide su commesse, produttività e rapporto con i sindacati.

Fincantieri approva bilancio, utile di 37,5 mln

Fincantieri approva bilancio, utile di 37,5 mln

Il bilancio al 31/12

Il bilancio di esercizio al 31 dicembre, approvato all’unanimità dall’assemblea dei soci, presenta un utile di 37,5 milioni di euro.

Per decisione dell’assemblea il 5% dell’utile, pari a 1,8 milioni, sarà destinato a riserva legale, e il restante (35,6 milioni) a utili portati a nuovo, quindi senza nessun dividendo.

Da segnalare che l’assemblea ha approvato a maggioranza la modifica dell’articolo 5 dello Statuto Sociale, che precisa gli ambiti di attività di Fincantieri a opere di dragaggio, produzione e trasformazione di energia elettrica, impianti sanitari e di trattamento rifiuti, termici, telefonici, radiofonici e televisivi, per ottenere la qualificazione secondo il Codice degli appalti (ANSA).

Fincantieri approva bilancio, utile di 37,5 mln

Image credit Fincantieri

Nuove commesse e mire su STX France

Giuseppe Bono spiega che “Il 2014 è stato un punto di svolta, un traguardo e un punto di partenza per nuove sfide da affrontare e vincere”.

Bono ha sottolineato in particolare la “forte ripresa” con “un aumento degli ordini acquisiti, e del carico di lavoro nei diversi segmenti“, in particolare nel settore ship building, con i nuovi 8 ordini di navi da crociera, che rendono Fincantierileader mondiale” nel settore cruise, con il 50% della quota di mercato mondiale.

Fincantieri approva bilancio, utile di 37,5 mln

Image credit by ANSA/LUCA ZENNARO

Inoltre è ancora “in via di definizione” con la Marina Militare, il piano di rinnovo della flotta.

Il settore che invece subisce un rallentamento è quello offshore, a causa del calo del prezzo del petrolio “che non induce – ha concluso Bonole compagnie a investire nella ricerca“.

”Dobbiamo attrezzare l’azienda – ha aggiunto – in modo che alla fine di questo periodo sia in grado di catturare le opportunità che si presenteranno”.

Secondo i rumors che imperversano oramai da mesi, Fincantieri sarebbe interessata all’acquisizione di Stx France, controllata per il 66,6% dalla coreana Stx e per il restante 33,4% dalla francese Caisse des Dépôts: Bono non ha approfondito ufficialmente, parlando solo di un generico consolidamento.

Fincantieri verso l'acquisizione di STX France

 

Fincantieri e la questione sindacati

Affrontando al questione spinosa dei sindacati, Bono spiega che uno dei problemi all’interno del gruppo rimane quello della “produttività dei dipendenti diretti“, considerata “altamente insufficiente“.

Prosegue ancora il tavolo di confronto per il rinnovo del contratto integrativo, con i sindacati che hanno proclamato un pacchetto di ore di sciopero: Bono auspica che si arrivi ad un “un salto di qualità” nei rapporti tra impresa e parti sociali.

Fincantieri verso l'acquisizione di STX France

”Dobbiamo confrontarci con un mondo diverso dal passato, non possiamo restare con relazioni sindacali che sono state costruite negli anni 70″ ha precisato.

Fincantieri possiede 21 cantieri in quattro continenti, con 21.700 dipendenti e ricavi per 4,4 miliardi di euro.

 

Hai trovato interessante questo articolo? Lascia il tuo mi piace o un tuo commento o una tua condivisione per aiutarmi a crescere: a te non costa nulla, a me aiuta tantissimo 🙂

E ricorda di inserire la tua mail per rimanere sempre connesso con il mondo Crazy, con notizie sempre aggiornate!

29/04/2015  ore 15.00
“Articolo di Crazy Cruises in riproduzione riservata” protetto da licenza Creative Commons International: Devi attribuire adeguatamente la paternità sul materiale, fornire un link e indicare se sono state effettuate modifiche".
Daniela Pisano
Daniela Pisano

Blogger e cruise addict, viaggiare è sempre stato il mio chiodo fisso, insieme alla passione innata per l’archeologia e l’Egitto, per il mare e per i paesi orientali. Amo fotografare i particolari più strani, le cosiddette prospettive insolite

More Posts - Website - Twitter - Facebook - LinkedIn - Pinterest - Google Plus

Pubblicità

Pubblicità

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.