Il Ceo di Royal Caribbean: “stop ai last-minute, ci danneggiano”, ma non è il solo

La notizia non piacerà a chi acquista spesso e volentieri i last-minute: il Ceo, nonchè Presidente, di Royal Caribbean Cruises, Richard Fain, ha infatti dichiarato che la sua azienda ha adottato già da marzo, una politica per stoppare gli sconti per la prenotazione last minute, per crociere dalle 2 alle 4 notti in Nord America.

Allure of the Seas: prima nave da crociera su Google Street View

Il Ceo di Royal Caribbean: “stop ai last-minute, ci danneggiano”, ma non è il solo

I paletti sono precisi: i last-minute per Royal significano prenotazioni dai 10 ai 30 giorni dalla data della crociera.

Richard Fain, considera questa pratica controproducente per clienti e agenzie di viaggio fedeli, che prenotano in largo anticipo.

“Pensiamo che uscire dalla mentalità di venditore di auto usate sarà una pratica tutto sommato positiva per il marchio” ha sostenuto.

Anthem of the Seas: il giorno del battesimo è arrivato!

La decisione è stata presa dopo aver visionato i rapporti sul primo trimestre dell’anno: sebbene il guadagno per azione, invece dei previsti 10/15 centesimi, si sia attestato sui 20, migliorando dunque le aspettative, Royal Caribbean ha però abbassato il suo intero outlook annuale, passando da $ 4.65 – $ 4,85 ad una quota di $ 4.45- $ 4,65 per azione, a causa dell’impatto del dollaro forte e dei prezzi del carburante.

Il dollaro ha anche causato una contrazione degli acquisti a bordo: così si spiega, almeno in parte, la contrazione delle entrate, passate dall’ 1,9 miliardi di dollari nel 1° trimestre del 2014 all’ 1,8 miliardi di dollari di quest’anno,

Il trimestre chiuso al 31 marzo, ha registrato profitti per 45,2 milioni dollari, in crescita di oltre il 70%.

Il Ceo di Royal Caribbean: "stop ai last-minute, ci danneggiano", ma non è il solo

Tornando al discorso della scelta di eliminare i last-minute, Fain ribadisce che i risultati di questa scelta si vedranno nel lungo termine ma che continuare a tenerli non avrebbe senso, anzi disincentiverebbe le persone a prenotare, perchè rimarrebbero in costante attesa della giusta promozione, danneggiando, nel tempo, le prenotazioni stesse.

“Ovviamente, il motivo per cui si fanno sconti dell’ultimo minuto è perché la nave sia sempre piena” ha detto.

“Ora ci sono meno passeggeri di questo tipo e vedremo se, nel lungo periodo, il gettito derivante dalla loro assenza, può peggiorare o migliorare la situazione”.

Anthem of the Seas consegnata ufficialmente a Royal Caribbean

Richard Fain, a sinistra

Una decisione a cui si accoderanno anche altre Compagnie:

  • Carnival Corp., tramite il Presidente e CEO Arnold Donald, ha dichiarato nel giugno dello scorso anno che la società sta facendo uno sforzo per mantenere i prezzi in un paio di mercati.
  • Norwegian Cruise Line, tramite Frank Del Rio, ha annunciato a febbraio che la società sta spingendo promozioni create ad hoc per il brand, piuttosto che cercare di stimolare la domanda con prezzi più bassi.

Anthem of the Seas consegnata ufficialmente a Royal Caribbean

La lamentela di chi prenota con largo anticipo, usufruendo di sconti ad esso collegati, magari legati a punteggi fedeltà raggiunti nel tempo, è stata dunque ascoltata, almeno per questa Compagnia e probabilmente anche per le altre due.

Finirà dunque l’era del prezzo stracciato? Voi cosa pensate in merito?

 

 

Hai trovato interessante questo articolo? Lascia il tuo mi piace o un tuo commento o una tua condivisione per aiutarmi a crescere: a te non costa nulla, a me aiuta tantissimo 🙂

E ricorda di inserire la tua mail per rimanere sempre connesso con il mondo Crazy, con notizie sempre aggiornate!

23/04/2015  ore 16.30
“Articolo di Crazy Cruises in riproduzione riservata” protetto da licenza Creative Commons International: Devi attribuire adeguatamente la paternità sul materiale, fornire un link e indicare se sono state effettuate modifiche”.
Daniela Pisano
Daniela Pisano

Blogger e cruise addict, viaggiare è sempre stato il mio chiodo fisso, insieme alla passione innata per l’archeologia e l’Egitto, per il mare e per i paesi orientali. Amo fotografare i particolari più strani, le cosiddette prospettive insolite

More Posts - Website - Twitter - Facebook - LinkedIn - Pinterest - Google Plus

Pubblicità

Pubblicità

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.